Se Ci Sarò, Se Ci Sarai
Una come te, se chiude gli occhi vede il mare, senza andar lontano.
Una come te, ha una valigia per le
scarpe, che sembra un aeroplano.
Una come te, non si avvicina per ballare, guarda da lontano.
Una come te, se corre inciampa ma non cade, chiede la tua mano.
Una come te, per una rosa può morire, solo perché ancora non sa
togliere le spine.

Una come te, mi piace da morire!

Una come te, un gatto sopra il letto
e un uomo nudo ad aspettare.
Una come te, il vento che le soffia
dentro non la può spostare.

Uno come me, non la può dimenticare…

Una come te!

Una come te, la porti al cinema d’estate, dorme sul finale.
Una come te, sotto a un temporale…
Una come te, come una rondine d’aprile vola solo quando ha un
orizzonte da inseguire.

Una come te, mi piace da morire!

Una come te, un gatto sopra il letto
e un uomo nudo ad aspettare.
Una come te, il vento che le soffia
dentro non la può spostare.

Uno come me, non la può dimenticare…

Una come te!

E’ un pianoforte senza coda che suona in città, non vuole essere
alla moda, la moda la fa! Quattro
carte in una sola, si pente, si sposa
ma poi s’innamora per sua vanità….

Una come te!

Una come te!

Una come te!

Uno come me, non la
può dimenticare…

Una come te!

Una come te!

Una come te!
Se Ci Sarò, Se Ci Sarai
+
"Erano attratti l’uno dall’altra. Bastava guardarli per capire che c’era qualcosa che li legava fortemente. Sembravano due bambini che giocavano a rincorrersi e desiderarsi ogni istante. Erano abbracci, carezze, parole di conforto, suggerimenti, qualche pizzico di gelosia non manifestato. Erano tante cose, solo che avevano paura di dirselo. E capita di perdersi, mancarsi e farsi del male. Far regnare l’orgoglio, i rimorsi, i ripensamenti. In fondo però, c’era qualcosa che li avrebbe legati per sempre e un giorno si sarebbero ritrovati per creare quello che in passato non erano stati abbastanza coraggiosi da costruire."

Susanna Casciani, Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore

"Erano tante cose, solo che avevano paura di dirselo. E capita di perdersi, mancarsi e farsi del male." (via comeunastelladanzante) … (via comepezzidipuzzleincompatibili)
+
"L’errore più frequente che fanno le persone, è quello di colmare i propri vuoti con chiunque.

Ma non hanno ancora capito che basta una sola persona per riempirli."
Francesca Luccioni, lemanichesistringono. (via lemanichesistringono)

Mi basti tu.
Ma non ci sei più.

+
"La pioggia,
le mani
e tu,
tu che mi ami."
Aliberarelemaree (via aliberarelemaree)
+
+
24maggioduemilaquattordici:

Mi manchi,ma fai schifo.

Mi hai trattata da schifo.Mi manchi.Ma tu mi fai schifo, ormai.
24maggioduemilaquattordici:

Mi manchi,ma fai schifo.

Mi hai trattata da schifo.Mi manchi.Ma tu mi fai schifo, ormai.
24maggioduemilaquattordici:

Mi manchi,ma fai schifo.

Mi hai trattata da schifo.Mi manchi.Ma tu mi fai schifo, ormai.
24maggioduemilaquattordici:

Mi manchi,ma fai schifo.

Mi hai trattata da schifo.Mi manchi.Ma tu mi fai schifo, ormai.
+
"

Oggi io e mia madre abbiamo deciso di riordinare nell’armadio, ero tranquilla, ma quando abbiamo cominciato a riordinare le maglie a collo alto mi sono resa conto di aver dimenticato qualcosa. E’ stato in quel momento che mia madre ha preso la tua maglia fra le mani e mi ha guardata.
“Vuoi indossarla? ” Ha detto.

Io sono rimasta a fissarla per un po’, incantata, e potevo ancora vederti mentre correvi sotto la pioggia con una smorfia sul volto, una smorfia che si è trasformata in un sorriso appena hai chiuso la portiera e mi hai guardata. Hai accesso il riscaldamento.
“Ti è piaciuto l’allenamento?” hai chiesto ed io ho annuito.” “E’ stato..interessante. Tutti quei ragazzi senza maglietta.” Tu mi hai guardato sconvolto ed io sono scoppiata a ridere.
“ah, sfotti eh?” E mi sei praticamente saltato addosso, hai cominciato a darmi i pizzichi e a farmi il solletico. Io ridevo, come ridevo. Forte. Ridevo solo con te in quel modo.
“No, scherzavo, ho guardato solo te. Lo giuro. ” Sono riuscita a dire tra le risate e tu ti sei fermato.
“Ma io non mi sono tolto la maglietta.”
“Come se avessi bisogno di questo per essere bello. Mi sono incantata a fissarti mentre tutto assorto guardavi la palla. E il sorriso che hai fatto quando hai parato, Dio, smettila di sorridere in quel modo.” Mi sono morsa il labbro e tu ne hai approfittato, ne approfittavi sempre, ti divertiva davvero farmi impazzire.
“Quindi..non hai bisogno di vedere i miei pettorali?” Mi hai preso la mano e l’hai passata su di essi. Io non ho risposto e tu ti sei tolto la maglietta e mi hai baciata. Mi hai baciata forte. Nessuno mi bacerà mai più in quel modo.
“Bastardo. ” Ho mugugnato sulle tue labbra, perché ne volevo di più, sempre di più tutte le volte. E come tutte le volte ti sei fermato e mi hai baciata la punta gelata del naso e hai provato a rivestirti. Io non te ne ho dato la possibilità, ho stretto la maglietta a me.
“Ridammela.” Hai sorriso.
“Tu smettila di farmi illudere tutte le volte, adesso come punizione tornerai a casa a dorso nudo.” Ti ho guardato con quell’aria di sfida e dimenticavo che tu le sfide le accettavi sempre.
“Ok.” Hai affermato, ti sei rimesso sul sedile del guidatore e hai acceso i motori.
Mi hai riportata a casa e quando ho provato a ridarti la maglia tu mi hai detto di tenerla. Una settimana dopo mi hai lasciata. Mi chiedo se sapessi che sarebbe stato l’unico ricordo che mi sarebbe rimasto, l’unica prova tangibile che eri davvero esistito. Quella notte ho dormito con la tua maglia addosso, l’ho fatto anche per i quattro mesi successivi all’abbandono, il tuo profumo era l’unica cosa che mi teneva ancorata alla realtà, l’unica cosa che mi impediva di annegare.

"No." Ho sussurrato. Gliel’ho ridata e ho lasciato che la chiudesse in quella scatola destinata a non so chi, proprio come io ho chiuso te in quella scatolina che ho riposto nella parte più buia e fredda del mio cuore.

"
Iky Caputo. (via sonounfantasmaconuncuorechebatte)
+
+
kushandwizdom:


Everything Love

ok.
+
Q: Come si chiama quel film?
Asked by alessiadreamer
+
"Persino delle piccole gocce d’acqua, con il tempo, possono cambiare per sempre una roccia. E la roccia non tornerà mai più come prima."
Allegiant - Veronica roth (via fanoforfano)